Adesivi in cerca di casa

Tutto cominciò con l'idea di viaggiare liberamente. I primi e veri adesivi "pop", nel senso di popolari ma anche un pò hippie, alla Beatles direi, furono le mitiche sigle e abbreviazioni delle singole nazioni (IT, FR, CH, DE ecc...). Ancora adesso presenti su molte automobili. Poi vennero i classici "bebè a bordo" degli anni ‘80. Infine ognuno di noi scoprì il potere comunicativo che solo un adesivo può avere: immagine e testo, tutto ciò di cui si ha bisogno per lanciare un messaggio.

macchina ricoperta di adesivi personalizzati

E nacque così la sticker-art. Un'esplosione di creatività nelle strade delle più grandi (e non solo) metropoli del pianeta Terra. Un lampione, una cabina telefonica, un tombino, un portone di casa, ogni oggetto urbano scoprì il suo potere intrinseco di fare "comunicazione" grazie alla semplice aggiunta di un adesivo creativo.

Adesivo divertente sul portone di una casa

E al giorno d'oggi? La sticker-art segue viva come non mai, anche se il viaggio continua senza sosta apparente. Gli

adesivi non si accontentano piú di scoprire "la strada", l'esterno. Dopo esser passati attraverso esposizioni, mostre e "vernisssage" artistiche, gli autocollanti puntano decisamente a un mondo nuovo: l’interno o per meglio dire, gli ambienti interni.

adesivo murale per pareti

Molti "addetti ai lavori" quali artisti, designer, architetti si sono resi conto delle potenzialità degli adesivi personalizzati non solo come campioni di comunicazione creativa ma anche come oggetti decorativi per creare ambienti divertenti e originali all'interno di un appartamento. In poche parole potremmo dire che gli stickers, dopo tanto girovagare, hanno finalmente trovato casa.

comments powered by Disqus