Adesivi trasparenti per il tuo negozio

/ federico

Da oggi su Camaloon sono disponibili gli adesivi trasparenti, adattabili a tutte le superfici lisce sono l'ideale per vetri, finestre e altre pareti.

Si tratta di un adesivo di vinile trasparente di grande resistenza, viene infatti usato per vetrine, vetri e finestre proprio per la sua capacità di reggere cambi di temperatura o strofinamenti.

Gli adesivi trasparenti sono un'ottima idea da usare per diffondere i propri valori. Se avete un ristorante o un bar potete comunicare i menù, le specialità o il tipo di cucina semplicemente con uno sticker adesivo. Ogni messaggio verrà risaltato grazie anche alla stampa di qualità che farà spiccare tutte i valori della vostra attività.

Con questi stickers inoltre sarà ancora più facile comunicare promozioni, offerte speciali o sconti stagionali nel posto più indicato grazie alla adattabilità e alla loro aderenza, le possibilità sono infinite.

Così come tutta la gamma dei nostri adesivi, anche quelli trasparenti sono disponibili nelle forme standard (quadrati, rettangolari, rotondi e ovali) o con forma personalizzata. Gli adesivi a mezzo taglio (Kiss-cut) sono l'ideale se vogliamo distribuirli ai nostri clienti, mentre quelli a taglio completo (Die-cut) li possiamo attaccare direttamente su vetri e finestre una volta deciso il posto che più si adatta al messaggio e alla forma dell'adesivo da noi scelta.

Facili da applicare e rimuovere.

Gli adesivi trasparenti si applicano facilmente e non lasciano residui quando vengono rimossi. In questo modo cambiare messaggi e promozioni sarà ancora più semplice.

Scopri i nostri prezzi su misura per grandi quantità e tutte le possibilità che ci sono con questa nuova tipologia di stickers che assieme agli adesivi in vinile classici e a quelli promozionali in poliestere completano la nostra offerta attuale di adesivi personalizzati.

Incomincia subito a creare adesivi trasparenti per riempire la tua attività con tutte le tue idee e sorprendere tutti i tuoi clienti.

comments powered by Disqus