Camaloon.com is not taking orders and the company behind it stopped all operations in September 2022. The company is going through a bankruptcy procedure.

Come diventare influencer [Guida completa]

Ti piacerebbe capire come diventare influencer? In questa guida ti diamo tutte le informazioni di cui hai bisogno, partendo da zero.

Cominciamo con il dire che quella dell’influencer è una figura arrivata in Italia circa 10 anni fa, quando si è registrato un vero e proprio boom dei social network.

Da allora l’influencer più famosa in Italia è Chiara Ferragni, che per tantissime persone è diventata un modello da seguire, ma potremmo citare anche Marco Montemagno.

Il loro successo ha ispirato anche altri, i quali hanno tentato, quasi sempre con meno fortuna, di imitare i più grandi al fine di seguirne le orme.

Per evitare un insuccesso, è bene però iniziare con il piede giusto e comprendere come diventare influencer sul serio, senza “navigare a vista” ma al contrario adottare una precisa strategia.

Iniziamo intanto dal principio e cerchiamo di capire esattamente chi è un influencer e cosa fa.

Chi è un influencer?

Chi è un influencer e cosa fa?

Un influencer è una persona che può vantare una autorevolezza, carisma e capacità di persuasione fuori dal comune.

Egli è infatti in grado di diffondere i messaggi promozionali di aziende di ogni tipo amplificandone la portata e raggiungendo un maggior numero di utenti.

Il tutto ovviamente avviene dietro un compenso economico che può variare in base alla notorietà dell’influencer e alla sua capacità di creare contenuti che poi diventano virali.

Questi contenuti possono essere pubblicati sulle più note piattaforme social media come ad esempio Instagram, Twitter, Facebook, Youtube, Linkedin o sul proprio sito web, ad esempio.

Cosa fa esattamente un influencer?

Un influencer è dunque una persona che crea contenuti con continuità e che li pubblica sui canali più importanti.

Ciascun influencer è specializzato in un determinato settore. Ad esempio il cibo, la moda, la bellezza, i videogiochi, i viaggi, il fitness o la finanza, ad esempio.

Gli argomenti di volta in volta oggetto di questi contenuti non sono improvvisati, chiaramente, ma c’è dietro una strategia.

Essi vengono selezionati in base ai temi più caldi del momento, spesso accompagnati da foto in grado di catturare l’attenzione.

Vengono pubblicati in particolari momenti della settimana e della giornata in cui possono ottenere il maggior numero di interazioni, ovvero like e commenti.

Cosa significa influencer marketing?

il significato di influencer marketing

Per influencer marketing si intende quel tipo di marketing incentrato sul potere persuasivo che determinate persone sono in grado di esercitare sugli altri per quel che riguarda le decisioni di acquisto.

Questo tipo di marketing oggi è imprescindibile per qualsiasi tipo di brand che desideri espandere i propri mercati e raggiungere un pubblico con specifiche caratteristiche.

Per questo motivo tante aziende decidono di collaborare con diversi influencer, così da rendere i propri prodotti o servizi ancora più popolari.

Le tipologie di influencer

Esistono diverse tipologie di influencer, e vengono classificati in base al numero di follower che possono vantare. Per questo motivo ci sono tre macro gruppi di classificazione degli influencer, come segue.

  • Micro-influencer: hanno da 50 a 25.000 followers. Sono ricercati dalle aziende perchè hanno uno “zoccolo duro” di seguaci, pronto a valutare attentamente eventuali prodotti o servizi citati nei loro post.
  • Influencer di medio livello: da 25.001 a 100.000 followers.
  • Macro-influencer: hanno più di 100.001 follower. Sono i più importanti, quelli in grado di influenzare le decisione di acquisto delle masse.

Chiaramente non è facile raggiungere questi numeri, e soprattutto all’inizio può sembrare una montagna veramente impossibile da scalare.

Per questo motivo tanti rinunciano dopo aver compiuto soltanto il primo passo, ovvero quello di aprire un profilo sui social.

Il sogno di avere tanti fan viene dunque messo da parte, e con esso il desiderio di diventare una celebrità.

Ma devi sapere che non avere un seguito e attenzione da parte dei followers all’inizio, non significa non poter diventare un influencer, perché si è soltanto all’inizio di un percorso.

Vediamo allora di seguito come diventare un influencer e conquistare a piccoli passi la fama desiderata nel proprio campo.

Come diventare influencer e guadagnare

Come diventare influencer di successo  e guadagnare

Come avrai compreso, diventare influencer non è semplice. Al contrario si tratta di individuare una strategia precisa ed efficace.

Non è facile dunque attirare l’attenzione di un numero considerevole di followers e realtà commerciali. Per questo fai bene a studiare con attenzione i punti elencati di seguito.

Scegli il tuo ambito

Hai una passione in particolare? Ami la moda, il cibo, lo sport o i viaggi?

Cerca di individuare il tuo ambito, la nicchia nella quale ti senti maggiormente a tuo agio e per la quale credi di essere in grado di generale contenuti interessanti.

Non correre il rischio di presentarti come “esperto” di una materia che in realtà non conosci bene. Gli utenti impiegheranno davvero poco a capire che in realtà non ne sai molto.

Quando avrai individuato la strada giusta, comincia a pubblicare contenuti che siano creativi ed interessanti su quel determinato argomento. Inizierai così a catturare l’attenzione del pubblico.

Apri i tuoi canali sui social media

social media

Individuato l’ambito nel quale desideri muoverti, il passo successivo è quello di aprire i tuoi profili sui social network.

Certamente Instagram è il primo social in cui fai bene ad aprire un profilo, ma anche Facebook e YouTube hanno un seguito enorme.

Tutto dipende anche dal tipo di contenuto che di volta in volta deciderai di pubblicare: fai bene a scegliere Facebook e Instagram per pubblicare foto e contenuti brevi, mentre YouTube è più adatto a recensioni e video lunghi più di un minuto.

Non aprire profili su 10 piattaforme diverse se sai già di non essere in grado materialmente di pubblicare su così tanti canali, ma limitati ad un massimo di tre o quattro all’inizio.

Anche un sito web o un blog è un ottimo metodo per diffondere i tuoi contenuti, quindi puoi pensare anche a questo tipo di strumento.

Pubblica regolarmente contenuti interessanti

Quando i profili social saranno pronti sarà il momento di cominciare a pubblicare contenuti regolarmente; in questa maniera potrai tenere sempre alta l’attenzione dai tuoi followers e acquisirne di nuovi.

Tutto quello che pubblichi deve avere inoltre una buona qualità sia a livello grafico che per l’eventuale audio.

Prima di pubblicare fai dunque un check per verificare che il contenuto sia idoneo e che non sia necessario altro.

Fai crescere il numero dei tuoi followers

far crescere il numero dei followers

Far crescere la tua community è di fondamentale importanza per il successo del tuo progetto e dunque per diventare un influencer di successo.

Ci sono per questo alcune piccole cose che puoi tenere a mente per far crescere più rapidamente il numero di follower, ricordando comunque che bisogna sempre avere pazienza.

  • Pubblica contenuti creativi e originali: dai un preciso stile a tutto quello che pubblichi, così che sia facilmente identificabile e collegabile a te. Proponi sempre qualcosa di interessante che possa generare l’attenzione di chi legge.
  • Pubblica con regolarità: pubblicare nuovi post con una certa regolarità è una opportunità di crescita che non puoi non cogliere. Questo è il modo migliore per fare promozione di te stesso, anche perché un profilo che pubblica solo un paio di contenuti al mese non può generare un numero sufficiente di interazioni e dunque avere una comunicazione veramente efficace. Ricorda allora di rivolgerti al pubblico frequentemente nel corso della settimana, per aumentare le probabilità di avere successo.
  • Rispondi ai commenti: interagire con i tuoi follower è molto importante per far capire quanto il tuo canale sia “vivo” e non si tratti soltanto di una vetrina in cui vengono pubblicati i contenuti. L’interazione con gli utenti contribuisce dunque alla crescita del canale e lo fa percepire come maggiormente curato e seguito.

Interagisci con i brand “obiettivo”

Sicuramente ci sono dei brand che operano nel tuo settore con i quali ti piacerebbe collaborare. Per attirare la loro attenzione potresti commentare qualcuno dei loro contenuti sui profili social o taggarli direttamente sui tuoi.

Più le tue interazioni genereranno like e ulteriori commenti, più ci sono possibilità che vengano notate. Chiaramente agli inizi non partire dai brand top di settore con milioni di follower, perché difficilmente riusciresti a farti notare.

Comincia invece da quei brand che ritieni possano essere alla tua portata.

Come diventare influencer su Instagram

diventare influencer su Instagram

Chi aspira a lavorare in questo ambito spesso comincia dal chiedersi come diventare influencer su Instagram, dato che questa è una piattaforma che si presta particolarmente bene allo scopo.

È proprio su Instagram che hanno cominciato tantissimi influencer noti.

Questi oggi sono dei personaggi che guadagnano cifre da capogiro e rappresentano una ricchezza per le aziende che sponsorizzano.

Ecco alcuni consigli che possono esserti utili se vuoi diventare influencer su Instagram:

Trova il tuo stile personale

Avere uno stile che sia identificativo è fondamentale se vuoi avere successo su Instagram.

Gli utenti che scrollano i vari contenuti devono essere in grado di distinguere i tuoi post e soffermarsi. Puoi riuscirci creando uno stile tutto tuo, che ti consenta di distinguerti dagli altri.

Prepara un calendario editoriale

creare un calendario editoriale

È molto importante non affidare al caso la pubblicazione dei contenuti. Al contrario, crea un calendario editoriale da seguire, così da pianificare tutte le pubblicazioni.

Preparando un calendario editoriale avrai sempre il giusto numero di contenuti da pubblicare e riuscirai a tenere un ritmo adeguato.

Con il tempo scoprirai anche che ci sono giorni della settimana e orari in cui conviene maggiormente pubblicare, perché arriva un miglior numero di interazioni.

Ciò varia da pubblico a pubblico, e spetta a te scoprire quali sono i momenti più profittevoli in base alle abitudini dei tuoi followers.

Pubblica in maniera costante

Pubblicare nuovi contenuti con una certa frequenza, incluse le dirette e le Instagram Stories, ti aiuterà ad avere un certo seguito molto prima.

Considera che dovresti pubblicare mediamente un post al giorno, più o meno. Per quel che riguarda le Stories e le dirette puoi arrivare anche a 5 contenuti al giorno.

Se sai già che ci sono giorni della settimana in cui non puoi pubblicare, puoi sfruttare lo strumento di programmazione. In questa maniera avrai l’opportunità di preparare in anticipo i contenuti che saranno poi pubblicati automaticamente.

Sfrutta gli hashtag

Gli hashtag vanno sfruttati in maniera mirata. Essi consentono ai tuoi contenuti di comparire all’interno degli appositi archivi, facendo in modo che possano essere visualizzati anche a distanza di tempo.

Scegli con attenzione i tuoi hashtag quando pubblichi un post, pensando sempre a quale tipo di utenza intendi arrivare.

In linea generale, fai bene ad utilizzare hashtag brevi formati soltanto da una o due parole. Questi sono infatti molto più utilizzati di hashtag lunghi formati da tre o più parole.

Aumenta il numero dei tuo followers

Il tuo obiettivo deve essere sempre quello di incrementare il numero di follower su Instagram, settimana dopo settimana.

Maggiore sarà il numero dei tuoi followers e più le aziende potrebbero essere interessate a contattarti per chiederti di collaborare.

Tieni duro soprattutto agli inizi e cerca di crearti la prima rete di seguaci facendo leva sulla qualità dei contenuti.

Interagisci con loro

L’interazione con i propri followers è basilare per un influencer. Cerca quindi di rispondere, quando e come puoi, ai commenti che arrivano sui tuoi post e sulle Stories.

Proprio la qualità delle interazioni con i tuoi seguaci faranno la differenza, aumentando in maniera esponenziale la tua popolarità.

Come diventare influencer di moda?

diventare influencer di moda

Tutti vorrebbero diventare la nuova Chiara Ferragni e dunque top influencer nel settore della moda. Un influencer del settore moda è infatti in grado di influenzare i follower nell’acquistare determinati prodotti di abbigliamento.

Sicuramente per diventare fashion influencer devi essere in grado di lavorare sul modo in cui appari e sulla tua immagine.

Quel che proponi al pubblico deve sempre essere perfetto e per questo motivo ogni scatto deve apparire come professionale e creativo, non come una foto fatta al volo.

Inoltre, soprattutto agli inizi, fai bene a concentrarti su una determinata nicchia e dunque un particolare aspetto della moda, più che su tutto il settore in genere.

Ricorda poi di aggiungere sempre qualcosa di nuovo e a non seguire strade già percorse da altri. Cerca invece di crearne una tu, prova ad essere di ispirazione alle persone.

Si può diventare influencer di libri?

diventare influencer di lbri

Il numero di persone che affermano di leggere almeno 10 libri l’anno è in lenta crescita. Gli appassionati hanno deciso dunque di dedicare sempre più tempo alla lettura, è questa una delle tendenze più interessanti degli ultimi tempi.

I cosiddetti book-influencer sono in grado di condizionare le preferenze di lettura degli utenti che li seguono. Solitamente chi si occupa di questo inizia esprimendo le proprie opinioni su un determinato libro o scrivendo una recensione.

Chiaramente bisogna riuscire a distinguersi dalla massa e trovare il proprio personale stile che consenta di “spiccare”.

Inoltre più libri riesci a recensire, maggiori opportunità avrai di far avvicinare nuovi follower al tuo canale.

Quanto guadagna un influencer?

Quanto guadagna un influencer

Quanto guadagna un influencer? Avremmo sentito fare questa domanda centinaia di volte a persone diverse.

Per rispondere diciamo che i guadagni di un influencer variano chiaramente in base al numero dei suoi follower e più in generale alla visibilità che è in grado di dare ai propri post.

Sicuramente i top influencer italiani possono guadagnare anche diverse decine di migliaia di euro per un contenuto sponsorizzato. Spesso lanciano anche una propria linea di prodotti come le magliette personalizzate o prodotti per la cura del corpo.

Al contrario, chi è alle prime armi spesso riceve soltanto un prodotto in cambio della pubblicità; non un compenso economico vero e proprio, quindi.

Dunque da questo punto di vista c’è una differenza enorme tra i grandi nomi e gli influencer che non hanno ancora un bacino di utenza di un certo tipo.

In base a quali fattori le aziende scelgono gli influencer?

Chiaramente le aziende non scelgono a caso ma selezionano gli influencer da contattare in base a determinati criteri.

Sicuramente, deve esserci una correlazione tra il prodotto che si vuole pubblicizzare e l’ambito in cui opera il nostro influencer.

Egli deve essere in grado di generare parecchie interazioni con i contenuti che pubblica ed avere la capacità di amplificare ogni tipo di comunicazione, rendendola virale.

Inoltre il nostro influencer dovrà essere in qualche modo affine all’azienda che va a sponsorizzare e dunque rappresentarne lo stile.

Per diventare un influencer è necessario avere un blog?

un blog per diventare un influencer

Non è fondamentale avere un sito web o blog per diventare influencer, sebbene possano aiutare ad avere una audience maggiore.

Considera che i tuoi follower potrebbero leggere i tuoi post sui social, che per loro natura sono brevi, e avvertire la necessità di saperne di più su di te e su quello che fai.

Da questo punto di vista un blog sarebbe ideale, lo spazio in cui potresti liberamente parlare ai tuoi seguaci.

Proprio la necessità di essere brevi e concisi ha oscurato in parte l’importanza di un blog. Ad ogni modo si tratta comunque di una finestra in grado di dare buona visibilità se ben utilizzata, e dunque non puoi non sfruttare questo strumento se ti stai chiedendo come diventare influencer.

Conclusione

Dunque la strada per diventare un influencer non è certamente in discesa, ma tutto parte dalla tua capacità di comunicazione.

Metti in pratica le strategie evidenziate in questo articolo e vedrai che piano piano sarai in grado di aiutare le aziende a trovare nuovi clienti.

Ricorda infine una cosa fondamentale: se vuoi conquistare il pubblico, divertiti un mondo!

Camaloon usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Leggi la nostra politica dei cookie per saperne di più. Continuando nel sito stai accettando le condizioni. Grazie! Close