Come funziona il dropshipping e come avviarne uno?

Sai cosa è e come funziona il dropshipping, il modello di business che ti consente di ottenere interessanti margini di guadagno per ogni vendita effettuata?

Di seguito ti spieghiamo tutto quel che è interessante sapere se stai pensando di avviare questo tipo di attività.

Offriremo dunque risposta a tutte le tue possibili domande sul come funziona il dropshipping, prodotti, trovare fornitori, magazzino ed eventuale intermediario.

Cos’è il dropshipping? Significato e definizione

Dropshipping è una parola inglese composta da “drop” (“goccia”) e “shipping” (spedizione).

Letteralmente dropshipping significa quindi “spedizione a goccia”, in quanto i prodotti vengono venduti senza essere comprati in anticipo ma solo uno alla volta, man mano che si generano vendite.

Di seguito ci concentreremo principalmente sul dropshipping in italia e tutto quello che ti serve per avviare questo interessantissimo business.

Sei pronto? cominciamo allora!

Come funziona il dropshipping?

Come funziona il dropshipping? Scatole per le spedizioni

Il concetto che sta alla base del dropshipping è quello del poter vendere prodotti che fisicamente non si possiedono.

Questi vengono acquistati da chi li vuole rivendere solo nel momento in cui il cliente conferma un ordine.

Non è dunque necessario effettuare l’acquisto di un grande stock di merce da mettere in magazzino in attesa di essere venduta. Infatti, ogni singolo pezzo viene acquistato solo nel momento in cui un cliente effettua a sua volta l’acquisto.

Ci sono dunque tutta una serie di vantaggi del dropshipping che è possibile elencare di seguito:

  • Non è necessario avere un magazzino
  • Non ci sono giacenze e invenduti
  • La merce da rivendere non va acquistata in anticipo
  • Si risparmia sugli oneri legati allo stoccaggio della merce

A te non resta che concentrare le energie sulla promozione dei prodotti che avrai inserito all’interno del tuo sito ecommerce.

Quando cominceranno ad arrivare gli ordini da parte dei clienti, dovrai ordinare presso il tuo fornitore o dropshipper i prodotti che gli utenti avranno acquistato. Sarà egli stesso ad occuparsi di inviare la merce al cliente finale.

A questo punto ti sarà già chiaro come funziona il dropshipping: il cliente entra sul tuo e commerce e acquista un prodotto, tu inoltri il nuovo ordine al dropshipper pagando il prezzo all’ingrosso dell’articolo prescelto.

Il fornitore si occuperà a questo punto di spedire al cliente finale la merce. Dunque il tuo compito sarà quello di occuparti del marketing e della pubblicizzazione dei prodotti.

Tutto quel che riguarda inventario, magazzino, packaging e spedizione è a carico del fornitore.

Questo è il motivo per il quale sta prendendo sempre più campo il dropshipping in Italia. Vediamo adesso di seguito quali possono essere i vantaggi e gli svantaggi del dropshipping.

I vantaggi del dropshipping

I vantaggi del dropshipping per il venditore e per il fornitore

Un ecommerce in dropshipping offre diversi vantaggi sia per il venditore che per il produttore. Vediamo in dettaglio quali sono.

I vantaggi per il venditore

Se sei il venditore, con il dropshipping hai la grande possibilità di avviare un business con costi decisamente contenuti.

Hai al tempo stesso la grande opportunità di poter ottenere interessanti margini di profitto.

Non hai necessità di fare grandi investimenti e non hai spese ingenti come quelle legate al magazzino o alle utenze.

Potrai gestire il tutto autonomamente senza la necessità di dover assumere dei dipendenti.

I vantaggi per il fornitore

Con il dropshipping, il fornitore ha il grande vantaggio di riuscire a moltiplicare il numero della vendite.

Grazie al lavoro svolto dal venditore infatti, i suoi prodotti potranno essere diffusi in maniera molto più capillare e raggiungere così con maggiore facilità i potenziali clienti.

I rischi del dropshipping

Ci sono anche dei rischi legati al dropshipping?

Più che parlare di rischi, dato che non è necessario investire capitale, potremmo parlare di cose alle quali prestare attenzione. Ecco di seguito le più importanti:

Fornitori inaffidabili

Una delle cose più fastidiose che può capitarti è quella di trovare un fornitore poco attento nel gestire la disponibilità del magazzino e lo stock dei prodotti.

Potrebbe capitare per questo che tu venda un articolo ma che il fornitore ti comunichi subito dopo che questo in realtà non è disponibile.

Individuare un fornitore assolutamente affidabile è dunque la prima cosa da tenere a mente per capire come funziona il dropshipping.

Grande concorrenza

Considerati i vantaggi del dropshipping, è chiaro perchè sono sempre più gli utenti che decidono di offrire questo servizio online.

Per questo motivo c’è oggi grande concorrenza, e fai bene ad individuare una nicchia di prodotti davvero interessante e adottare strategie di marketing veramente efficaci, per poter pubblicizzare il tuo sito ecommerce a dovere.

Quanto costa avviare un dropshipping?

Come accennato non ci sono grandi investimenti da fare e non è necessario acquistare la merce da rivendere.

Per avviare un dropshipping ci sono solo piccole spese da considerare. Eccole di seguito:

  • Dominio e hosting per il sito (o abbonamento Shopify)
  • Realizzazione di un ecommerce
  • Pubblicità sul web

Dunque come vedi parliamo di operazioni che non richiedono particolari investimenti e che ti consentono di avviare da subito la tua nuova attività in drop shipping.

Cosa vendere con il dropshipping?

Come funziona il dropshipping e cosa vendere?

La prima cosa che devi decidere è se il tuo e commerce in dropshipping sarà monoprodotto o se vuoi offrire tanti prodotti di varia natura.

Considera che tra i prodotti che si vendono maggiormente ci sono quelli per la cura della persona, abbigliamento e accessori, arredo per la casa e prodotti per l’ufficio, prodotti tecnologici e accessori per l’auto.

Tieni anche a mente che le persone solitamente tendono ad acquistare senza problemi prodotti che costano 100€. Al contrario sono più restii ad acquistare ad esempio un prodotto che costa 500€ all’interno di un e commerce che non conoscono bene.

Dunque tieni conto sia del prezzo minimo ma che anche di quello massimo di vendita, avendo cura di impostare un margine di profitto che ti consente effettivamente di avere un buon ritorno economico per ogni prodotto venduto, soprattutto per quelli di uso comune che si vendono più facilmente.

Come iniziare a fare dropshipping

Come iniziare a fare dropshipping

Se vuoi iniziare con il piede giusto con il drop ship ci sono delle cose che devi necessariamente fare, una alla volta.

Compra un dominio e crea il tuo sito web

Il primo passo è quello di comprare un dominio (ad esempio miosito.it) e relativo spazio web. Fatto questo puoi realizzare il tuo ecommerce o rivolgerti ad un professionista per affidare a lui questo lavoro.

Considera che in un sito ben fatto la navigazione è facile e intuitiva anche dai dispositivi mobili, il menu evidenzia le categorie dei prodotti disponibili ed il caricamento delle pagine è molto rapido.

Un buon sito è la base per un negozio online di successo, quindi dedicagli tutto il tempo necessario.

Individua il prodotto giusto

Fai una ricerca per capire quali prodotti sono più richiesti e dunque i più convenienti da vendere in drop shipping. Scegliere bene il prodotto (o i prodotti) da offrire è determinante per il successo del tuo progetto in drop ship.

Trova il prodotto giusto e conquisterai il pubblico di riferimento!

Contatta il fornitore

Creato il tuo e commerce e individuato il prodotto perfetto, sarà il momento di trovare il produttore o fornitore giusto.

Scegli bene perchè dalla serietà del fornitore dipenderà buona parte della qualità del servizio che riuscirai ad offrire ai clienti.

Il fornitore ideale ha una vasta gamma di prodotti da offrirti, offre prezzi competitivi, aggiorna la disponibilità di magazzino in tempo reale, è rapido nel rispondere alle tue richieste e nell’effettuare le spedizioni.

Come fare dropshipping in Italia

Il dropshipping in Italia è arrivato solo qualche anno dopo la sua nascita negli USA, e negli ultimi anni si è diffuso in maniera importante riscontrando l’interesse degli utenti.

In Italia le piattaforme più importanti per creare un e commerce in dropshipping sono Shopify e WordPress.

Crea il tuo negozio online con Shopify

Shopify è una risorsa ampiamente diffusa in tutto il mondo, specializzata nella creazione di siti per la vendita, e che al momento ospita circa un milione di negozi online.

È facile da utilizzare e consente di creare un e commerce in pochi minuti. Tra l’altro su Shopify è possibile importare tutti i prodotti facilmente grazie a Oberlo, una app che può essere integrata su Shopify che consente di importare rapidamente anche migliaia di prodotti in una volta, oltre a monitorare ordini e guadagni.

I clienti dunque possono visualizzare le schede prodotto sul tuo sito e commerce e procedere direttamente al pagamento secondo i modi a loro più congeniali.

Shopify offre anche un periodo di prova che può durare fino a 3 mesi. Poi devi pagare un abbonamento mensile per continuare ad utilizzarlo.

Possiamo sintetizzare i passaggi da seguire per aprire il tuo negozio online su questa piattaforma, come segue:

  • Iscriviti su Shopify
  • Scegli un design adeguato
  • Importa migliaia di prodotti con Oberlo
  • Abilita i pagamenti
  • Crea scheda prodotto accattivanti

Considera inoltre che il catalogo prodotti che Oberlo mette a tua disposizione è vasto e troverai prodotti di ogni tipo.

Dunque Shopify rappresenta una soluzione concreta se la tua necessità è quella di creare un negozio online velocemente e senza avere particolari conoscenze informatiche.

Crea il tuo negozio online con WooCommerce

Creare un negozio online con WordPress

WooCommerce è un plugin progettato appositamente per WordPress, dunque un piccolo software che a tutti gli effetti aggiunge al tuo sito WordPress specifiche funzionalità di e commerce.

In questo caso devi prima acquistare il dominio e lo spazio web. Successivamente potrai caricare il tuo tema (ovvero design e layout) preferito e apportare le personalizzazioni che ritieni opportune.

Considera che WordPress, così come WooCommerce, è gratuito ed esistono migliaia di temi e plugin liberamente scaricabili sul suo repository.

Ecco i passaggi da eseguire per aprire il tuo negozio online su WordPress:

  • Acquista dominio e spazio web
  • Installa WordPress e scegli un tema
  • Installa e configura WooCommerce
  • Aggiungi i prodotti e le relative schede
  • Attiva i pagamenti

WordPress è la piattaforma di blogging più diffusa al mondo. Ricorda che necessita di una curva di apprendimento da parte tua prima di poter essere gestito più facilmente.

La disciplina fiscale italiana per fare dropshipping

come funziona il dropshipping per quanto riguarda la normativa fiscale?

Come funziona il dropshipping per quanto riguarda l’aspetto fiscale nel nostro paese?

Chiaramente è necessario essere in possesso di una partita IVA per poter fare dropshipping in Italia, così come per qualsiasi altro tipo di attività che generi un reddito.

Bisogna poi iscriversi presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio del territorio in cui si risiede ed iscriversi alla gestione INPS commercianti. Successivamente è necessario segnalare l’inizio di questo business al S.U.A.P. (Sportello Unico Attività Produttive) del comune in cui si ha sede l’attività.

La fatturazione

Dato che i guadagni del dropshipper sono relativi alle commissioni sulla vendita, la fattura va emessa verso il seller, ovvero colui il quale corrisponde questa commissione.

Il fornitore si occuperà invece di emettere nei confronti del dropshipper la fattura relativa ai prodotti che questi avrà acquistato (e poi rivenduto ottenendo una commissione).

Non va dunque emessa fattura nei confronti del cliente finale.

È remunerativo fare dropshipping nel 2021?

sacchetti della spesa

Parliamo di un business scoperto relativamente da poco in Italia e che dunque non ha ancora raggiunto il suo “picco”.

Tra l’altro i vantaggi sono molteplici e le difficoltà legate alla gestione minime.

Dunque si tratta di un’ottima idea per avviare un business in grado di generare reddito senza fare grandi investimenti.

Chiaramente i propri guadagni dipendono principalmente dai prodotti che si decida di offrire al pubblico, per cui è bene fare una accurata selezione di quelli che potrebbero piacere di più.

Adesso che sai come funziona il dropshipping fai bene a dare forma alla tua idea imprenditoriale e spiccare il volo!

Dropshipping e Coronavirus

Le problematiche legate alla pandemia in corso hanno creato non poche difficoltà a tutte quelle aziende e attività commerciali che si affidano esclusivamente al canale di vendita fisico e dunque i negozi su strada.

Gli utenti hanno per questo trovato ancora una volta nel web lo strumento migliore per poter continuare a fare i propri acquisti senza dover uscire di casa, soprattutto durante il lockdown o a seguito delle varie restrizioni di recente introdotte.

Dunque la situazione attuale ha fornito una ulteriore spinta al dropshipping in Italia che, così come tutto il commercio online, ha fatto registrare numeri al rialzo nel corso di questi ultimi mesi.

Gli unici svantaggi legati al Coronavirus sono legati ad eventuali difficoltà dei fornitori nell’ottenere nuovi stock di merce o ad eventuali ritardi nel consegnare gli ordini al cliente finale.

Camaloon usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Leggi la nostra politica dei cookie per saperne di più. Continuando nel sito stai accettando le condizioni. Grazie! Close