Settimana della moda a Milano - Autunno/Inverno 2013/2014

/ eddie

Si chiude oggi, dopo 4 intensi giorni di sfilate, la settimana della moda uomo autunno-inverno 2013/14 di Milano.

Passerelle, feste, polemiche, colpi di genio, cocktail, stress e divertimento per l'immenso cast di persone che stanno dietro e tengono in piedi questo evento che in poco tempo vuole conquistare l'attenzione mondiale.

Passerella

Milano in questi giorni viene sconvolta come se passasse un tornado. Per le strade si vedono sfrecciare le eleganti macchine della Camera della moda, i fotografi si muovono rapidamente con i loro scooter da un punto all'altro della città come uno stormo di uccelli migratori, le modelle ed i modelli invadono le strade trasformando il centro in una passerella all'aria aperta. Ma Milano non si scompone, continua con il suo ritmo, ormai abituata ad accogliere la fanfara almeno 4 volte all'anno.

I big italiani non mancano mai, con le loro grandi firme aprono e chiudono la kermesse accanto ai nuovi talenti della moda italiana ed internazionale. Occhi puntati sui soliti Armani, Prada, Dolce&Gabbana, Gucci & friends che non possono permettersi di sbagliare un colpo. Stress da debutto garantito per le firme emergenti. Sogni e speranze si consumano in 20 minuti di sfilata, rulli di tamburi e squilli di trombe che lasciano spazio al vuoto di un parterre che è già scappato verso la location del prossimo evento in calendario.

E dopo quattro giorni di caos, il telone si smonta, si sgonfiano i palloncini, cala il sipario su questo circo della creatività e la città torna a riposare. Per poco... fino al 20 febbraio, quando si ricomincia con la settimana della moda donna autunno-inverno 2013/2014. Gulp!!

Con Camaloon invece ogni giorno è buono per creare il proprio stile personale. E grazie alle spille da abbigliamento, dotate di una calamita che rispetta il tessuto e non obbliga a perforare il tessuto con l'ago, il successo è assicurato!

comments powered by Disqus