Come sono cambiate le spille dal Rinascimento a oggi

/ federico

Durante il Rinascimento le spille erano dei gioielli di varie dimensioni, forme e finiture. Sia per donne che per uomini le spille non solo erano un ornamento estetico, come parte del loro abbigliamento, ma conferivano alle persone un grande senso di virtuosimo; in pratica sottolineavano come queste persone possedessero una grande dote, soprattutto in musica e in altre attività artistiche.

E proprio un artista, Pinturicchio, è stato colui che è riuscito ad esprimere al meglio i dettagli di queste spille nei suoi dipinti.

Spille dipinte da Pinturicchio

Nel 500 infatti le spille iniziano a diventare le protagoniste della vita quotidiana dei nobili, rendendo esclusivi abbigliamento e acconciature, mentre gli spilloni avevano il compito di sottolineare ricchezza e ed eleganza dei nobili.

Quando pensiamo alle spille di oggi ci rendiamo conto di quanto siano cambiate rispetto a quelle che erano nel Rinascimento. Com’è cambiato il loro ruolo nella società, come si sia introdotto un altro modello di spilla, più accessibile e meno aristocratica, separandosi dal concetto di spilla gioiello e calvacando la tendenza della sottocultura punk per poi arrivare al boom degli anni 80 quando si sono ufficialmente consacrate come pins popolari.

Oggi vogliamo recuperare quel valore estetico, tipico di quel secolo, dando la possibilità ad ogni persona di tirare fuori il proprio lato artistico creando la propria spilla con il nostro atelier.

(Spilla creata per il collettivo di illustratori: Illustri)

Perché per recuperare quel senso smarrito di virtuosismo è necessario tornare a immergerci nell’arte con un occhio agli strumenti giusti.

Anche sulla nostra gallery potete godervi di un omaggio all’arte rinascimentale applicata alle moderne spille e altri prodotti.

Spille con dipinti rinascimentali

comments powered by Disqus