Tessuti: una guida completa

tessuti

I giusti tessuti per il tuo abbigliamento personalizzato possono fare la differenza in termini di qualità del prodotto finale e apprezzamento.

In base alle caratteristiche del materiale e della lavorazione possono essere più adatti per lo sport, gli ambienti caldi o freddi, oppure avere una maggiore elasticità.

Che siano magliette personalizzate o felpe personalizzate, devi creare un capo di qualità e che duri a lungo; così avrai solo clienti soddisfatti che comprano ancora da te e ti fanno un’ottima pubblicità.

Ebbene, per fare una scelta consapevole devi innanzitutto imparare a conoscerli questi tessuti!

Oggi scopriamo insieme quali sono le loro caratteristiche e differenze; così potrai trovare quello perfetto per le tue esigenze.

Cotone

cotone

Si tratta di una fibra naturale che deriva dalla lavorazione della pianta di cotone, che è stata la prima pianta tessile al mondo.

Vantaggi

Tra i tessuti, è quello più traspirante e che assorbe maggiormente l’acqua. Questo significa che trattiene bene il sudore, lasciando la pelle fresca e asciutta anche nei climi caldi e umidi.

E’ una fibra morbida, adatta a pelli sensibili e raramente provoca allergie anche per chi ha la cute molto delicata.

A livello tecnico è un tessuto perfetto per la personalizzazione perché assorbe bene la tintura e rende i colori molto brillanti. Si adatta perfettamente alla stampa digitale, quindi non avrai limitazioni per quel che riguarda la definizione e il numero di colori delle tue grafiche.

Anche nella cura delle tue t shirt il cotone è un grande alleato, perché resiste bene alle alte temperature; così potrai igienizzare le tue magliette, lavandole anche a 40°C o 60°C in lavatrice.

Svantaggi

Una delle sue qualità, quella dell’alta assorbenza dei liquidi, può diventare un grande difetto. Per esempio quando stai facendo uno sforzo fisico il cotone ti aiuta a trattenere il sudore, ma non si rivela certo un alleato se ti fermi e ti ritrovi con una maglia umida addosso. Ecco perché questo tessuto è poco usato per l’abbigliamento sportivo; il fatto che non si asciughi velocemente lo rende poco idoneo all’attività fisica.

Sempre per questo motivo il cotone non aiuta in inverno, perché questo tipo di tessuto sottrae calore al corpo.

A livello tecnico questo tipo di tessuto si sgualcisce facilmente e tende a restringersi durante il primo lavaggio o se viene lavato ad una temperatura troppo alta. Può ingiallire se è esposto al sole per l’asciugatura o se è stirato a temperature elevate.

Cotone organico

cotone organico

Questo tipo di cotone viene coltivato in maniera biologica e con un basso impatto ambientale.

Si tratta di un tessuto con filiera controllata, che non prevede l’uso di pesticidi, insetticidi e fertilizzanti chimici. I terreni sono sottoposti a rotazione e quindi non viene effettuata una coltura intensiva fino al completo esaurimento delle sostanze nutritive.

Anche le sementi, per rispettare questo tipo di denominazione, non devono essere geneticamente modificate (OMG).

Infine, la sostenibilità riguarda anche le condizioni dei lavoratori; questo tipo di certificazione prevede che i loro diritti non vengano negati, costringendoli a lavorare in condizione di sfruttamento o a inalare sostanze tossiche.

A livello di caratteristiche del tessuto non differisce dal classico cotone, anche se i costi di produzione sono più elevati. Questo succede sia perché l’organizzazione del lavoro è più complessa sia per i costi legati al certificato, che influiscono sul prezzo finale.

Poliestere

poliestere

Si tratta di una fibra sintetica che deriva dal petrolio ed è molto usata soprattutto in combinazione con altre fibre.

Vantaggi

Il poliestere è perfetto per te se odi il ferro da stiro. Si tratta, infatti, di un tessuto che non sgualcisce e che ti permette di indossare i tuoi capi preferiti senza doverli stirare.

Viene molto usato per l’abbigliamento da lavoro e per quello sportivo perché ha un buon isolamento termico e asciuga rapidamente. Inoltre si tratta di un tessuto molto più resistente del cotone agli strappi.

Non è adatto ai climi caldi perché non è traspirante, è molto usato invece per l’imbottitura dei capi invernali.

Svantaggi

Tra gli svantaggi, invece, il fatto che è poco traspirante implica una più alta probabilità di cattivi odori e di macchie. Per non parlare degli antiestetici pallini che si formano dopo il lavaggio.

Si tratta anche di un tessuto aderente e non sempre adatto a pelli sensibili.

A livello tecnico prima era davvero molto complicato stampare su capi d’abbigliamento in poliestere, adesso si riesce a fare con buoni risultati; resta il fatto che il costo di questo tipo di stampa è maggiore proprio per il processo più complicato.

Viscosa

tessuti: viscosa

Si tratta di una fibra artificiale, che si ottiene lavorando la cellulosa naturale di piante ad alto fusto. Alberi come l’abete rosso, il faggio o il bambù producono la cellulosa che viene estratta allo stato liquido; poi, attraverso il processo di filatura, si ottiene questo tessuto molto versatile e facile sia da tingere che da lavorare.

Vantaggi

Si tratta di un tessuto lucente e morbido al tatto, per questa ragione viene definito seta artificiale.

La viscosa generalmente viene aggiunta a tessuti come cotone o lana per migliorarne le caratteristiche. Infatti aiuta ad aumentare la resistenza e a ridurre l’effetto pilling (la formazione dei pallini).

Tra i vantaggi simili a quelli del cotone ha la buona traspirazione, che la rende adatta ai climi caldi.

Svantaggi

Anche i difetti sono simili a quelli del cotone.

Tende a stropicciarsi e strapparsi abbastanza facilmente. Si tratta di un tessuto lento ad asciugare e poco termoisolante, quindi non adatto a climi freddi.

Tessuti a confronto

Per le t shirt personalizzate i tessuti migliori sono cotone o cotone organico, perché danno vita a prodotti economici e su cui la stampa rende molto bene.

Realizzerai così magliette di qualità che i tuoi clienti vorranno comprare ancora.

Se hai bisogno di un tessuto più resistente e versatile allora opta per le versioni miste con poliestere o viscosa.

I capi in misto cotone-poliestere sono traspiranti, delicati sulla pelle, non si deformano e non infeltriscono. Il tessuto viscosa, invece, conferisce una morbidezza e resistenza maggiore se utilizzato insieme al poliestere.

Si tratta in genere di capi leggermente più costosi, ma dalle alte prestazioni.

Così potrai associare i vantaggi principali dei diversi tessuti e crearne uno ottimale che si adatta alla perfezione alle tue esigenze.

Camaloon usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Leggi la nostra politica dei cookie per saperne di più. Continuando nel sito stai accettando le condizioni. Grazie! Close